MUSUMECI INCONTRA IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE, BUSSETTI

Oggi al Miur incontro tra il Ministro Bussetti e il Presidente della Sicilia Musumeci

Roma, 3 luglio 2018 - Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, ha incontrato oggi pomeriggio al MIUR il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, accompagnato nell’occasione dall’Assessore regionale alla Formazione, Roberto Lagalla. Bussetti e Musumeci si sono confrontati sulle prossime azioni utili alla ripartenza del sistema scolastico siciliano.

“La scuola, oltre che luogo di istruzione, può e deve essere un centro di aggregazione civile e sociale”, ha dichiarato il Ministro, che ha poi aggiunto: “dove c’è una scuola, c’è una comunità viva che offre opportunità di crescita e sviluppo ai nostri giovani. Con il Presidente Musumeci - conclude Bussetti - ho riscontrato una sensibilità comune e una totale sintonia sul fatto che si debba investire sulla qualità dell’istruzione per affrontare al meglio le sfide della nostra società”.

Il Presidente Musumeci ha aggiunto: “Sono soddisfatto dell’attenzione che il Ministro ha prestato alle proposte del nostro governo. Puntare in Sicilia a una scuola ‘aperta’ al territorio, con maggiori servizi agli alunni e con il coinvolgimento delle loro famiglie, significa anche ulteriori investimenti e nuovi spazi per gli insegnanti. Sullo sfondo rimane un dato che non dobbiamo mai perdere di vista: il preoccupante calo della popolazione scolastica e le culle sempre più vuote”, ha concluso.

“Il percorso di rilancio e di riqualificazione comincerà dalla sottoscrizione di un Accordo di Programma Quadro, basato su alcune direttive strategiche condivise. Ci saranno azioni per il rafforzamento della qualità dei percorsi scolastici e formativi e per l’implementazione di attività extra curricolari, senza tralasciare il rafforzamento di interventi per il superamento dell'attuale povertà educativa, particolarmente presente nelle aree territoriali a maggiore disagio sociale e più alto indice di criminalità”, ha aggiunto l’Assessore Lagalla.



Commenti