FINANZIARIA ALL’ARS: "UNA LEGGE RIVOLTA AGLI ULTIMI“

Assenza sulla Finanziaria: "Una legge rivolta agli ultimi se pur l'opposizione ha bocciato la norma di difesa della prima casa, delle famiglie meno abbienti". Assenza: “Una buona Finanziaria che ha resistito ad aggressioni populiste”

Palermo, 30/04/2018 - “Nonostante l’aggressione portata a tratti da diversi settori del parlamento, abbiamo fatto un buon lavoro seguendo le linee guida del governo Musumeci” lo dice Giorgio Assenza in chiusura della maratona di commissione e Aula che ha portato all’approvazione della Finanziaria regionale.

“A cominciare dalle norme a favore dei disabili e delle loro famiglie, già nelle corde del testo governativo e del governatore malgrado alcuni beceri e malriusciti tentativi di antipropaganda costruita con il classico metodo della decontestualizzione di frasi pronunciate dal presidente per dire esattamente l’opposto di quanto qualcuno ha provato a far credere all’opinione pubblica. Per continuare – prosegue Assenza – con la diversa e positiva attenzione agli Enti locali, con l’epocale stabilizzazione di precari storici, fino a importanti provvedimenti quale l’istituzione delle Autorità di bacino le quali comporteranno risparmio e miglior distribuzione dell’acqua nell’Isola”.

“Abbiamo cancellato una norma incostituzionale che penalizzava la continuità occupazionale di lavoratori in contenzioso, abbiamo sbloccato le somme per l’attività produttiva e siamo intervenuti fattivamente nel campo della cultura come nella difesa dell’ambiente. Una finanziaria soddisfacente non fosse che per alcuni nei… il più grosso e fastidioso fra tutti – conclude Assenza – la bocciatura in Aula degli aiuti alle famiglie meno abbienti in tema di prima casa e di edilizia sociale in genere, causato dal furore ancestrale dei grillini e di parte altra dell’opposizione: proprio quella frangia del Parlamento che della difesa degli ultimi fa la propria grancassa propagandistica”.


Commenti